X

About the Project

ERGOT – MARCO MAZZONI

Ergot in francese significa “sperone del gallo”. E’ il nome dato a un fungo che attacca le graminacee e che contiene un principio attivo molto potente, in grado di provocare forti allucinazioni: lo stesso principio attivo della LSD.
Ergot di Marco Mazzoni è un progetto dedicato alla visionarietà, che unisce immagini e testi in un percorso di iper-sensività  e di iper-percettività , dove i sensi e la visione non sono visti in termini necessariamente negativi.

Una dichiarazione di appartenenza alla natura, una risposta alla paura di giudizio e di condanna della donna; Ergot è il diario di una donna sospesa a metà  fra il reale e l’immaginario, i cui testi – piccoli frammenti, parole, frasi annotate – sono a cura di Cristina Gilda Artese e Silvia Ostuzzi.
In una notte di Shabbat e per sette notti racconta la sua storia, incastonata fra l’incombente condanna per “comportamenti al di fuori della comune morale” e il desiderio prorompente di affermazione di sé, di ritorno alla propria Natura.

Al progetto ha partecipato anche la giovane orafa Sara Orrù che, rifancendosi all’antica tradizione sarda del Kokko (ciondolo che proteggeva i bambini dagli spiriti malvagi), ha creato degli amuleti per l’edizione limitata della pubblicazione.

In più, sempre nell’edizione limitata, una piccola e preziosa opera di Marco Mazzoni a sorpresa, in una piccola busta sigillata.

Categories :

 nike air max junior